Accendere o spegnere un PC in rete (LAN – WAN)

Quante volte vorreste spegnere o avviare da una singola postazione tutti i PC della vostra rete domestica o aziendale, anche via internet… comodo no? 😉

Vediamo come fare in tutti i possibili scenari.

Wake on LAN

Il classico avvio via rete locale.

Requisiti:

  • Scheda madre che supporta Wake on lan (praticamente tutte) e sincerarsi che sia abilitato nel BIOS del PC da accendere.
  • Collegamento della rete via cavo RJ45 diretto oppure anche smistato con hub o router su una rete più ampia.
  • Un client WOL (Wake On LAN)

Impostiamo il BIOS

Entriamo nel BIOS (all’avvio F2 o Canc) dove dobbiamo abilitare la funzionalità “wake on lan”; a seconda del tipo di BIOS la voce può cambiare in modo più o meno marcato, però sarà sempre inerente: “Resume by LAN” “Wake up…” “Power on…”, ad esempio nel mio eeePC la voce si chiama “Onboard LAN boot rom”
Ad ogni modo sono tutte voci piuttosto intelligibili, e non ci vorrà molto per trovare quella corretta. Salvate (F10) e uscite.

Settaggio della scheda di rete da Windows

Premete Windows + R e digitate ncpa.cpl, si aprirà la finestra con tutte le vostre connessioni di rete.
Ora scegliete la scheda di rete cablata, doppio click, andate su configura – Avanzate e scorrendo fra la lista di funzionalità cercate di scorgere Capacità di attivazione (o similare) e abilitare Magic Packet, ovvero il pacchetto magico che riceverà in input il PC per avviarsi; anche quì, come nel BIOS, a seconda della scheda le opzioni e nominativi possono cambiare, ma non è difficile trovare il tutto 😉

Proseguite nella scheda Risparmio energia spuntate Consenti al dispositivo di riattivare il computer e Consenti solo a Magic Packet di riattivare il computer.

Bene, con queste operazioni abbiamo abilitato la funzionalità WOL, resta solo da prelevare l’indirizzo fisico della scheda (univoco per riconoscerla) e utilizzare il client WOL.

Vediamo il MAC Address

Continuiamo a lavorare sempre sul computer che si vuole accendere via LAN; ora dobbiamo scoprire l’indirizzo fisico esadecimale, il MAC address.

Premete Windows + R e digitate cmd, si aprirà il prompt e lì digitate
ip config /all

Alla voce descrizione trovate la scheda di rete interessata e a fianco indirizzo fisico il MAC address che ci interessa, tasto destro sulla finestra del prompt e cliccate su Seleziona, ora potete selezionare il MAC col cursore e premendo Invio verrà copiato negli appunti del sistema.

Scegliamo il client WOL

Ora vi elenco un pò di client WOL da installare sul PC che avvierà tutti gli altri della LAN.

Scegliete quello che più vi aggrada:

Di questi ho scelto WOL – Magic Packet Sender; anche se datato è leggero ed essenziale.

Impostate come Host Name un indirizzo IP broadcast aggiungendo semplicemente 255 all’ultima serie di numeri, nel mio caso l’IP 192.168.1.x.

Poi nella Subnet Mask impostate come suggerito anche dallo stesso client, sempre 0.0.0.0 come indirizzo di broadcast.

Come MAC Address impostate quello della scheda di rete del PC che volete spegnere (nel modo che vi ho mostrato sopra) senza però i tratti di separazione (vedi immagine).

Come porta e protocollo di rete potete provare UDP porta 9, se avete qualche problema testate la 7.
Ovviamente potete salvare più profili tramite l’icona blu in basso a destra.

Comunque di norma i parametri sono uguali per tutti i client, scegliete senza problemi.

Ricapitolando:

  • Sul PC da accendere: Impostare BIOS – Impostare scheda di rete e rilevarne l’indirizzo fisico (MAC)
  • Sul PC che deve avviare tutti gli altri: Installare il client WOL

Wake on WLAN

Ora vediamo come risvegliare un PC via wireless 🙂

Alcune premesse:

  • La scheda Wi-Fi del PC da accendere deve essere integrata, PCI-Express o mini-PCI, sono quindi escluse le wireless pen USB.
  • Per fare tutto via wireless è fondamentale che la scheda wi-fi supporti il wake on LAN (vedi foto 2), altrimenti è fattibile solo se il PC da avviare è connesso via cavo al router/AP.
  • Il PC da “risvegliare” non dovrà essere completamente spento o in ibernazione (suspend-to-disk) ma in standby (suspend-to-RAM)
  • Nei laptop (notebook, netbook, etc) è necessario che il PC sia connesso alla rete elettrica, questo probabilmente perchè alimentando a batteria c’è il rischio che questa si scarichi azzerando l’autonomia, visto lo stato di standby in cui deve restare il portatile.

Chiaramente anche quì vale quanto detto per il WoL cablato, nessuna differenza se non quelle esposte nell’elenco; il PC da risvegliare potrà essere avviato anche via smartphone, tablet e tutti i dispositivi con wi-fi.

Se il vostro PC non supporta WoWLAN, potete risvegliarlo ugualmente a patto di avere il PC da accendere connesso via ethernet ad un router/access point.

Ad esempio agendo via Android potete utilizzare PCAutoWaker o Brobble WoL.

Basterà inserire il SSID (nome) della rete e il MAC address della scheda wi-fi del PC da avviare; una volta finita la configurazione preliminare e salvato il profilo del PC nel programma potrete decidere se avviarlo manualmente o anche automaticamente quando lo smartphone rileva la rete.


Wake on WAN

Dopo la rete locale (cablata e wireless) non poteva mancare una modalità per avviare il PC via internet (wake-on-internet), vediamo 😉

Requisiti:

  • Router connesso ad internet (ma va?!)
  • IP pubblico (no Fastweb)
  • Client WoL o servizio online preposto
  • (Opzionale ma consigliato) Servizio DDNS tipo NO-IP, DynDNS o similare in modo da associare il vostro IP dinamico ad un nome dominio che avrete prescelto; questi servizi si occuperanno, di volta in volta, di aggiornare i loro nameserver. Sono gratuiti, basterà solo registrarsi e scegliere il nome del dominio, esempio: backlab.dyndns.org e impostarlo (accompagnato da username e password) nella sezione DDNS (Dynamic DNS) del vostro router.

Chiaramente vale tutto quanto detto finora per WoL ma con alcuni passaggi in più, vediamo.

Dobbiamo configurare il router in modo che possa inoltrare il magic packet alla scheda di rete.

Entrate nella configurazione del router, digitando nel browser il suo IP, esempio 192.168.1.1 (nel dubbio fate riferimento alle istruzioni del vostro router); cercate la sezione port forwarding (o port mapping) e create una nuova regola impostando i seguenti parametri:

  • IP di broadcast – Quindi nel caso dell’esempio imposterò 192.168.1.255 (come spiegato sopra)
  • Porta – UDP 9
  • Allow All

Salvate e chiudete.

Ora avviate nuovamente WOL – Magic Packet Sender (o il vostro client preferito) e impostatelo così:

  • IP – Inserite quello pubblico oppure l’indirizzo DDNS
  • Subnet Mask– 255.255.255.255
  • Mac Address – Quello della scheda del PC da risvegliare
  • Protocollo UDP, porta 9

Vedi foto 2.

Se tutto è andato bene, inviando il magic packet il PC remoto si avvierà, anche se questo è ubicato dall’altra parte del mondo 🙂

Per poter agire da smartphone, tablet e tutti gli altri sistemi operativi ma anche da internet point (quindi senza client) potete utilizzare degli appositi servizi online via browser, che oltre i vantaggi elencati permette di fare tutto softwareless, ovviamente cross platform; sono gratuiti e non richiedono registrazioni.


Spegnimento via LAN e WAN

DShutdown permette di spegnere un PC in una rete locale.

Semplice e di utilizzo immediato, permette fra l’altro innumerevoli possibilità di spegnimento, ad esempio quando la velocità di download scende sotto una certa soglia, oppure ad un determinato orario, etc.

Oltre al classico spegnimento permette di mandare in sospensione su disco, sospensione su RAM, riavviare, disconnettere e poter forzare queste operazioni nel caso qualche applicazione non si voglia chiudere (force if hung).

L’utilizzo è semplice: basta mettere nel PC da spegnere la componente server (RDShutdown.exe) e il client (DShutdown.exe) nel PC locale; dopodichè scegliete da quest’ultimo il PC da spegnere. Semplicissimo.

Per farlo tramite internet ci sono svariati modi, ad esempio:

  • Inviare una e-mail contenente il comando di spegnimento, ma bisogna configurare il client in modo che ad una determinata parola (esempio <shutdown>) nel contenuto della mail corrisponda ad una determinata azione, esempio l’esecuzione di un batch con i comandi di spegnimento, esempio shutdown /s /f e il PC si spegnerà in un minuto.
    I percorsi per queste impostazioni cambiano da client a client (e non tutti hanno questa possibilità), comunque la voce sarà qualcosa come Regole messaggio o similare.
  • Tramite Twitter, grazie all’aiuto di TweetMyPC: basta installare il client sul computer che si vuole comandare, inserire le credenziali, autorizzare l’app e impostare il comando sopra elencato, magari in batch (.bat)

Altre alternative sono le VNC o anche RDP, dove lasceremo il server in esecuzione sul PC da spegnere.

Annunci

Pubblicato il 5 giugno 2013, in Reti, Sistemi operativi con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. ciao,

    ho letto con attenzione questo articolo e lo trovo molto interessante. io però devo fare una cosa un po’ differente sebbene i risultati sono identici. quello che serve al mio caso, è un AUTOMATISMO, ovvero devo accendere o spegnere un pc (WINDOWS HOME SERVER 2011 su HP MICROSERVER G7) in maniera automatica. ho scovato un sw TimeComX che farebbe al mio caso ma non funziona su WHS2011, peccato. quello che devo fare è: 1) accendere il mio server alle ore xx:xx e spegnerlo alle ore yy:yy ogni giorno. faccio questo perché vorrei limitare le ore di accensione del pc per questioni di risparmio energetico.
    durante la notte infatti il server non è utilizzato e può rimanere spento. che dici, si può fare??
    mi dai qualche indicazione??
    ti ringrazio anticipatamente. tavel

  2. Ciao 🙂

    Lo spegnimento intendi farlo via LAN o WAN?

    Quale sistema operativo utilizzi nel PC client (quello che invia il magic packet)?

  3. perdonami ma pensavo che nel mio post di richiesta fosse scritto tutto:

    1. OS: Windows home server 2011;
    2. accensione / spegnimento con orari prefissati (es.: 7.00am – 9.00pm);
    3. no LAN e WAN. tutto automatizzato secondo gli orari che imposto sul sw che dovrebbe comandare queste operazioni.

    in sostanza la funzione che potrebbe avere un irrigatore per il giardino 😉

    grazie

  4. Ah ok, quindi non c’è nessun nesso con il post in questione.

    Per spegnerlo ad orari prefissati puoi aggiungere un semplice task (operazioni pianificate) con il comando “shutdown -s -t 0 -f” (senza virgolette) impostando l’orario che preferisci.

    Per l’accensione non presidiata hai 3 possibilità:

    – Utilizzare la funzione del BIOS “Power on by RTC Alarm”

    – Inviare un magic packet, come spiegato nella guida.

    – Hai provato ad utilizzareTimeComX in “modalità compatibilità”?

  5. beh si non c’entra molto, ma navigando in rete e scrivendo (soprattutto) sei stato l’unico ad aver risposto alla mia domanda. per questo di meriti un grazie particolare GRAZIE!!

    per il task in spegnimento ci do un’occhiata, per l’accensione riprovo con timecomx non avevo pensato alla modalità compatibilità. ho dimenticato che WHS2011 è come seven dove questa funzione esiste.

    faccio delle prove e poi di do dei fb. grazie.

  6. ciao backlab,

    ok con il task di spegnimento con il comando shutdown -s -t 0 -f ma niente da fare per il fare i contrario; timecomx non reagisce in modalità compatibile. e poi vorrei risolvere la cosa con un task come per lo spegnimento. sai se è possibile??

    grazie

  7. Prova SmartPower: http://getsmartpower.co.uk
    Ovviamente il PC deve essere in sospensione o ibernazione (meglio l’ultima).

  8. Ciao e complimenti per l’ottima guida. È da una settimana che stò smanettando col WOL, non sai che soddisfazione quando dopo svariati tentativi (anche anni addietro) ho visto accendere (in lan) per la prima volta il mio pc tramite app android e allo stesso modo la delusione di non riuscirci tramite wan 😦
    Riesci a darmi una mano?

    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: