Archivi categoria: Audio e Video

HTPC con Raspberry Pi Model B

Ciao a tutti, scusate la latitanza dal blog ma ultimamente ho sempre meno tempo da dedicargli 😦 cominciai a scrivere questo post mesi fa ma lo accantonai incompleto e mi ritrovo (un pò in ritardo visto che c’è il nuovo modello) a completarlo solo ora. Spero comunque di fornire spunti utili ai possessori del lamponcino.

É una cosiddetta SoC che include in un unico chip CPU, RAM e GPU; non mancano però:

  • 2 porte USB per connettere mouse, tastiera, oppure pen drive e HDD
  • Uno slot per SD card (fino a 32GB)
  • Un’uscita HDMI che grazie alla tecnologia CEC vi permetterà di comandare il vostro Raspberry direttamente col telecomando della televisione
  • LAN
  • LED di stato
  • Uscita audio da 3.5 mm
  • Uscita video RCA

Si presenta come una scheda nuda e cruda, senza alcuna custodia e, a meno di non avere idee alternative (modding), meglio acquistare un case per proteggere il vostro SoC, io ho optato per uno blu trasparente.

raspb_cover

Il mio utilizzo è prevalentemente come media center, funzione che svolge egregiamente, specie se si overclocca la CPU; io l’ho portata fino a 1 Ghz dai 700 Mhz di default, migliorando fluidità e velocità (dopo spiego come fare).

Per l’alimentazione ho riciclato un alimentatore da smartphone (consigliato ≥1A).

Per preparare la SD ho utilizzato NOOBS, che, come lascia intuire il nome, permette di installare il sistema operativo più adatto all’utilizzo anche ai più novizi. Nel mio caso ho scelto OpenELEC per via della migliore stabilità rispetto a Raspbmc.

Dotatevi di mouse e tastiera USB durante l’installazione.

Nel video di seguito (non mio) verranno mostrate le fasi partendo dal download fino al termine dell’installazione.

Prima di togliere la SD dal PC andate nella radice di questa e nel file config.txt modificate queste stringhe con questi valori per portarlo a 1 Ghz.

arm_freq=1000
core_freq=500
sdram_freq=500
over_voltage=6

Spulciando il file vedrete suggerite tutte le modalità di overclock (modest, medium, high, turbo) possibili.

Togliete la SD dal PC e inseritela nel Raspberry: partirà la sequenza di avvio fino alla home di OpenELEC. Ora potrete personalizzare cambiando la skin (anche se quella di default è leggerissima e veloce), aggiungere addons vari, mettere copertine, descrizioni dei film e quant’altro. Chiaro che più cose metterete e più la velocità verrà inficiata.

Se avete applicato l’overclock controllate le temperature sotto sforzo: se sono superiori ai 60-70°C meglio acquistare un kit con dissipatori passivi; su Amazon ce ne sono a pochi euro.

dissipatore_raspberry

 

Come detto prima anche se è uscito il Raspberry Pi 2 mi tengo stretto il mio vecchio model B, visto che l’ultimo non supporta ancora il codec HEVC (h.265), nel mio caso fondamentale per pensare ad un upgrade.

Per il resto è fantastico e legge quasi tutti i codec audio e video senza patemi.

Annunci

MKV al meglio nelle TV LG

Come ben saprete, oramai quasi tutte le TV hanno al loro interno un media player integrato, che permette fra l’altro di leggere i fatidici MKV, contenitori indispensabili per gli amanti dell’alta definizione.

Nel mio caso possiedo due TV LG serie LE8800, e mi sono spesso imbattuto in problemi di visualizzazione e/o audio che ho superato nei modi che vi elencherò.


Il film appare in elenco ma non viene riprodotto

Solitamente ci sono due principali motivazioni:

1) Nel mux è stata abilitata l’opzione di compressione dell’header video; in questo modo il video si vede senza problemi nel PC, ma la TV si rifiuta di riprodurlo.

Aprite il file MKV con MKVToolNix, selezionate la traccia video e andate nella scheda opzioni speciali – compressione e scegliete nessuno.

Clipboard01

Ora rieseguite il mux e il file dovrebbe funzionare anche sulla vostra TV LG.

2) É impostato un profilo superiore a  4.1.

Si può modificare questo profilo senza dover ricodificare il file, grazie a H264/AVC Level Editor.

Semplicissimo e immediato nell’uso: basta trascinare il nostro MKV nel programma e cambiare il livello (Change level) con un valore pari o inferiore a 4.1.

Effettua anche un backup, così nel caso di problemi di riproduzione potrete ripristinare i settings originari (Restore backup).

Se dopo queste modifiche il file non vuole saperne di riprodursi normalmente, occorrerà procedere alla ricodifica con Handbrake o Avidemux.


L’audio non viene riprodotto

Se l’audio è muto probabilmente avete un file con una traccia DTS al suo interno, che purtroppo la nostra LG non supporta, quindi toccherà utilizzare una fonte esterna (es. un impianto 5.1) oppure convertire la traccia DTS in AC3, cosa che ho sempre fatto perchè riesce a darmi comunque un valido sound 5.1 diminuendo anche le dimensioni del file.

Per fare questa operazione in modo veloce e automatizzato utilizzo MKV2AC3.

Estrae e converte la traccia audio, infine riesegue il mux con la traccia convertita.

Queste sono le soluzioni alle problematiche di riproduzione più comuni, se ne avete altre da suggerire che ben venga :).

Scaricare musica da Youtube

Velocissima e semplice guida per convertire in MP3 i filmati da Youtube.

Sul “tubo” ci sono milioni e milioni di filmati, fra cui brani musicali di tutti i generi che talvolta vorremmo avere nel nostro iPod o in auto.

Ci sono molti software preposti a questo, ma personalmente preferisco fare tutto softwareless (senza programmi) da browser, ci sono infatti molti siti atti a convertire la traccia on-the-fly e dare dopo pochi attimi il link con l’MP3 da scaricare.

Io ho utilizzato VidtoMP3 perchè non ha le limitazioni presenti su molti altri servizi analoghi; ad esempio può convertire filmati lunghi anche più di due ore, quando altri sono limitati a 20-30 minuti oppure vogliono la tua e-mail per inviarvi il link di download (non fidatevi…).
Basta fare copia-incolla del link del video e cliccare su Download.

Se per un motivo o l’altro (down o chiusura del sito) potete scaricare il video in formato MP4 nella maggiore qualità possibile utilizzando le apposite estensioni disponibili per i principali browser, ad esempio:

Poi convertire in MP3 utilizzando Format Factory.

Basta avviare FF dal menù Audio scegliete Tutti verso MP3, tramite drag and drop trascinate il file video MP4, cliccate su Vai, qualche minuto e il file MP3 è pronto.

Spero vi sia utile 😉

Se conoscete qualche altro servizio online senza limiti di dimensione, qualità o durata segnalatemelo. 🙂

Mux audio video negli MKV

La qualità del codec H264 è altissima, specialmente se si rippa da BD (Blu-Ray Disc) a 1080P con bitrate adeguato; la differenza ad occhio è pressochè nulla con un netto calo delle dimensioni iniziali.

Cercando su e giu nella rete spesso è difficile trovare TUTTI i film in MKV (720P o 1080P), in italiano (mi riferisco a quelli più rari), o meglio il film spesso si trova in italiano in definizione standard (max 480P) e in altre lingue in HD…. ma noi vogliamo la qualità migliore nel nostro idioma… quindi via di mux!

Ci sono vari software adatti allo scopo, io utilizzo questi:

  • AviDemux – Per estrarre la traccia audio dagli AVI.
  • MKVToolNix – Per inserire tracce audio e video in un MKV, tagliare e molto altro.
  • MKVExtractGUI – Per estrarre le singole tracce da un MKV
  • Yamb – Per estrarre le singole tracce da un MP4

Procuratevi la versione HD (MKV, MP4) del filmato interessato in qualsiasi lingua e la versione italiana in qualsiasi formato (AVI, MKV, MP4, etc) con audio di qualità, magari AC3 (Dolby) per una migliore qualità, alla peggio MP3 va bene ugualmente, l’importante è evitare tracce audio PESSIME registrate dal cinema e via dicendo.


Estrarre la traccia video HD

Avviate MKVExtractGUI, aprite poi l’MKV che ci interessa: vedrete che ogni traccia ha una sua ID con un numero, a noi interessa tenere solo la prima, quella video.

Selezionate il percorso ed estraete la traccia (in formato H264).

Se il contenitore in questione è un MP4 utilizzate Yamb.


Estrarre la traccia audio in italiano

Avviate Avidemux e aprite il file che con l’audio italiano; se sono presenti più tracce  andate su Audio – Select Track e selezionate quella corretta, poi sempre dal menù Audio selezionate Save Audio dando nome ed estensione corretta alla traccia, esempio italiano.ac3.

Clipboard09

Infine andate su File – Information ed annotatevi la velocità dei fotogrammi (FPS) del video (solitamente 25).

Anche se è possibile, NON cambiate mai la velocità del file audio ma adattetegli sempre il video modificandone il frame rate.

Ok! Ora avete il video HD e la traccia audio italiana… vediamo di muxare tutto al meglio 🙂


Eseguiamo il Mux e controlliamo la sincronia

Ora con MKVToolNix aggiungete la traccia video (H264) e quella audio (AC3, MP3, DTS, AAC) ed eseguite il muxing.

Fate attenzione che il FPS dell’H264 corrisponda con quello del video da cui abbiamo estratto l’audio.

Ora molto probabilmente l’audio non sarà subito sincronizzato col video, vediamo come rimediare.

Ora aprite due sessioni di AviDemux in parallelo:

  • Una col nostro MKV appena muxato
  • L’altra col video dal quale avete estratto l’audio

Ora portatevi in un punto a vostra scelta, ma ben preciso del film, dove c’è un cambio di scena, e muovendovi frame per frame, spostandovi con le frecce sinistra e destra, trovate lo stesso fotogramma in entrambi i video.

Ora annotatevi i tempi in quel frame, esempio:

  • MKV appena muxato siamo a 00:35:16.849
  • Altro video 00:34:59.745

Quindi col nostro MKV siamo avanti con l’audio di 17 secondi e 104 millesimi (per essere precisissimi), ora tramutateli in millisecondi e diventano 17104.

Ora con i dati corretti procediamo nuovamente al Mux 🙂

Con MKVToolNix selezioniamo la nostra traccia audio, andiamo su Opzioni specifiche formato e nella casella Ritardo (in ms) impostiamo 17104; ovviamente è possibile mettere anche anticipare l’audio mettendo segno negativo prima del numero, esempio -4587.

Clipboard10

A fine operazione dovreste avere il vostro MKV finalmente con l’audio perfettamente sincronizzato… ma purtroppo non sempre è così,  vediamo perchè.


Versioni estese e TV RIP

Come dicevo non sempre tutto va subito a buon fine.

Se le versioni da cui abbiamo preso audio e video sono uguali abbiamo già finito; ma se invece vogliamo muxare con una versione estesa (quindi con scene extra) oppure con un TV Rip la cosa si complica non poco.

Con le versioni estese c’è da fare un lavoro notevole di editing audio PRIMA, in modo da togliere l’audio delle scene che non sono presenti.

Lo stesso dicasi all’inverso (video più lungo), dovreste tagliare queste scene in più in modo da adattarle all’audio più breve.

In TV fra pubblicità e stacchi quasi sempre mal fatti, si perdono frame a destra e a manca, e tutto va fuori sincrono.

Ergo se trovate versioni analoghe (DVD, BR) non sfasciatevi la testa inutilmente.

Dando per scontato quanto detto sopra, ovvero che il frame rate del video sia corretto, bisogna procedere fino al punto dove avviene l’asincronia (solitamente in presenza di un cambio di scena) e tagliare il file subito prima.

Con MKVToolNix, andiamo nella scheda Globale, poi nella sezione Suddivisione spuntate Abilita suddivisione e dopo questa durata e impostate il minuto, esempio 00:55:00 per tagliare dopo 55 minuti.

Clipboard11

Prendete la prima parte in sincronia e mettetela in una directory assegnandogli un nome a vostro piacimento ma con un numero identificativo alla fine, es. miofilm001.mkv in modo da metterli in ordine temporale.

Ora partendo dal pezzo del film rimanente (fuori sincrono), fate quanto detto sopra per individuare il ritardo e impostatelo con MKVToolNix, muxate e cercate nuovamente dove (eventualmente) il filmato và per l’ennesima volta fuori sincronia.

Procedete in questo modo fino alla fine, è un lavoro lungo e richiede una notevole dose di pazienza.

Ora dovreste avere più file, spezzettati, ognuno singolarmente (e finalmente direi!) in sincronia 🙂 con i numeri finali sequenziali, 001 e via dicendo.

Supponiamo di avere 10 spezzoni, per farne un unico filmato dobbiamo utilizzare la funzione Apponi di MKVToolNix per aggiungere tutte le parti dalla seconda in poi.

Clipboard12

Ora il vostro filmato è finalmente a posto con l’audio in perfetta sincronia.

Ridurre le dimensioni di un MKV senza ricodifica

Come da titolo, vi dò alcuni veloci tips per ridurre le dimensioni di un filmato in MKV senza ricodifica, non vi troverete quindi a perdere  qualità video e tempo prezioso.

Molti MKV che ci capitano fra le mani  (quasi tutti per la verità) hanno diverse zavorre, vediamole.

Eliminiamo le lingue extra

A meno che non vi interessa avere i film in lingua originale, io elimino tutte le lingue al di fuori dell’italiano, compresi i sottotitoli dove non strettamente necessari (vedi La passione di Cristo).

Alcuni ci infilano dentro addirittura 3 o 4 lingue in Ac3 o DTS e toglierle, in un filmato da 2 ore, significa guadagnare anche 1GB!

Procuratevi MKVToolnix, un programma che non può assolutamente mancare fra tutti gli appassionati di questo fantastico formato video.

Clipboard05

Aprite o trascinate il file che desiderate e selezionate come indicato dalla freccia nell’immagine, in pratica togliete la  spunta a tutte le lingue al di fuori dell’italiano.

Per vedere quale linguaggio ̬ stata utilizzato nella traccia basta selezionare il file e guardare in Opzioni generali tracce РLingua in basso a sinistra.

Io ho anche rimosso i sottotitoli ma sono briciole se confrontati al guadagno che otterrete eliminando i file audio extra.

Cliccate su Avvia Muxing per ricreare il file.

Se ancora il risultato non vi soddisfa avete un’ultima chance prima della temuta ricodifica…

Eliminare i titoli di coda

Al cinema il 99% delle persone si alza appena cominciano i titoli di coda…

Qualcuno potrebbe storcere il naso, ma d’altronde chi si mette a guardare tutti i titoli di coda? A chi importa sapere il nome e cognome di chi truccava gli attori? Appunto…

E allora ZAC! Diamogli un bel taglio, ma non netto e brutale, ma magari dopo 30-40 secondi dall’inizio dei titoli, in modo da far capire bene allo spettatore che il film è finito.

Ovviamente per quei film particolari, dove magari alla fine dei titoli di coda c’è ancora una scena (esempio Pirati dei Caraibi) consiglio di fare un taglio attento oppure di evitarlo del tutto se non si sa come fare nel dettaglio.

Prendendo ad esempio il Signore degli anelli versione estesa, ci sono alla fine ben 20 minuti (!!) di titoli… un’assurdità a mio avviso.

Lasciandone solo 1 minuto e togliendo tutte le lingue extra, il file è passato da circa 13 GB a meno di 10 GB… Non male calcolando che c’ho messo pochi minuti e non ho perso minimamente qualità 🙂

Ora aprite il file con un player e guardate quando finisce il film, esempio 01:44:01, annotatelo.

Per fare il taglio ci serve sempre MKVToolnix 😉

Andate nella scheda Globale e andate nella sezione Suddivisione, spuntate su Abilita suddivisione e a destra dopo questa durata immettendo la durata in questo formato 01:44:01 oppure in secondi se preferite, quindi 6241s.

Clipboard0133

Cliccate nuovamente su Avvia Muxing e alla fine del’operazione avrete 2 spezzoni: uno con il film fino alla fine, e l’ultimo con i titoli di coda; quest’ultimo potete eliminarlo ovviamente.

Se tutto è stato fatto a dovere il file sarà decisamente più compatto senza, ripeto, aver perso minimamente qualità.

Sembra poco, ma guadagnare (mediamente) anche solo il 10% della dimensione totale è un buon risultato, in un disco da 2 TB significa metterci circa 40-45 film (1080P) in più 😉

Buon mux! 😀

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: