Diminuire la temperatura del PC

Quando ci si trova ad avere a che fare con temperature troppo elevate e, nei casi peggiori, spegnimento per overheat bisogna agire in modo mirato; il problema può infatti riguardare cpu, gpu e chipset.

Il nemico numero uno di ventole e dissipatori é la polvere; il suo accumulo impedisce il normale smaltimento del calore, arrivando talvolta a limitare la velocità di rotazione della ventola, portando la situazione ai livelli drastici appena descritti.

Fortunatamente entra in azione lo spegnimento per surriscaldamento, una protezione atta a salvare i componenti da danni certi.
É impostabile ed eventualmente disattivabile (ma lo sconsiglio) via BIOS.

Eliminiamo la polvere

Un primo tentativo é rimuovere delicatamente la polvere dal dissipatore e dall’interno del case aiutandosi con un aspirapolvere e un pennello per arrivare negli interstizi.

Se ciò non dovesse bastare bisognerà procedere allo smontaggio di tutto il blocco di dissipazione.

Ora smontate la ventola dal dissipatore e soffiate delicatamente con l’aiuto di un compressore.

Dopodiché una lubrificata alla boccola della ventola non fa male: il classico WD40 é perfetto allo scopo, in alternativa dell’olio per macchina da cucire andrá bene ugualmente.

La lappatura

Ora che avete il dissipatore fra le mani una bella lucidata (facoltativa) non ci sta male; aiutatevi con della carta vetrata di 3 granature: 400 per iniziare, 800 intermedia e 1200 per finire.

É importante sincerarsi di essere perfettamente in piano durante la lavorazione.

Se avrete lavorato con perizia la superficie risulterà lucida, senza rugosità e imperfezioni. Così facendo guadagnerete qualche °C in meno.

Come detto è un’operazione facoltativa, volendo potete limitarvi a mettere una pasta termica di qualità (ce ne sono di tutti i generi) addizionata con vari tipi di metalli; se il dissipatore non verrà lappato la differenza rispetto alla pasta standard sarà notevole, nell’ordine di 3-4 °C, mentre se applicate la pasta ad alte prestazioni su un dissipatore lucidato i vantaggi saranno minori, ma pur sempre avvertibili.

Applicare correttamente la pasta termica

Mi sembra ovvio e banale ricordare che queste operazioni vanno fatte ad alimentazione staccata.

Per applicare in modo corretto la pasta termica dovrete pulire per bene il core della CPU con carta da cucina imbevuta con alcool, evitando di lasciare residui.

Il metodo che prediligo per stendere la pasta è applicarne una quantità minima (un chicco di riso) sul core, e indossando un guanto usa e getta la stendo evitando di lasciare zone vuote.

C’è chi preferisce lasciare alla pressione del dissipatore il compito di stendere la pasta, ma non mi piace molto come metodo.

É importante non eccedere, perchè le prestazioni termiche potrebbero addirittura risentirne, ne basta un velo sottile che una volta pressato dal dissipatore farà egregiamente il suo lavoro.

Le ventole

Se una volta fatto tutto questo lavoro non siete ancora pienamente soddisfatti, potete (se il vostro case non ne è già dotato) utilizzare una o più ventole in espulsione, ce ne sono da 120 mm a salire, l’importante è che sia silenziosa e montata nel verso corretto (per espellere, motorino e fili devono essere girati verso l’esterno del case).

Se il case non è dotato di alloggiamento per la ventola dovrete farvelo con l’ausilio di un Dremel o similare, lasciando alla vostra fantasia il lavoro (quì andiamo nel modding).

Conclusioni

Ok, una volta ripulito, lappato e applicato per bene una pasta di qualità il vostro PC dovrebbe guadagnare un bel pò di gradi in meno, riducendo calore, rumorosità ed evitando blocchi e BSOD dovuti ad overheat.

Pubblicato il 14 settembre 2013, in Hardware e tecnologie con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: