RAM Disk: Cosa sono e i vantaggi

Un RAM disk non è altro che una porzione di RAM utilizzata come se fosse un disco rigido, col vantaggio di avere prestazioni in lettura e scrittura enormemente più elevate, anche i tempi di accesso sono migliori di gran lunga.

Questi screenshots mostrano le performance di un normale hard disk da 7200 rpm (sopra) comparato a un RAM Disk, Gavotte in questo caso.

Non c’è il minimo paragone come vedete, superiore di gran lunga anche a qualsiasi SSD RAID 0.

Molti PC odierni hanno spesso 8, 16 o addirittura 32 GB di RAM totale, visto il costo attuale non elevato e le velocità che si sono raggiunte, buona parte di questa può essere utilizzata ad esempio per le applicazioni più usate e pesanti  in modo che siano fulminee, tipo Photoshop, Adobe Premiere, file temporanei P2P (preservando la vita utile del disco fisso) o addirittura giochi se il quantitativo di memoria è elevato. Ovviamente si può creare un RAM disk anche con quantitativi molto inferiori ma gli utilizzi si ristringono (Ottimo comunque per la cache del browser).

Un altro vantaggio, ma che è anche il suo contro, è la volatilità della RAM, bisogna quindi salvare il tutto su una memoria permanente per non perdere i dati nel disco RAM allo spegnimento, è ottimo quindi quando si trattano dati sensibili in quanto c’è più privacy, ma basta un semplice sbalzo di tensione per far spegnere il PC e perdere tutti il lavoro, per evitare questo (e altri danni) consiglio l’uso di gruppo di continuità, oltre che salvare spesso il progresso del lavoro (molti software hanno funzione di auto save).

ASRock, grazie al suo tool X-RAM, permette nei sistemi Windows 32 bit con installati oltre 4 GB di RAM, di poter sfruttare l’esubero (altrimenti inutilizzato) come RAM disk, quindi se, ad esempio, avete 32 GB installati i 28 inutilizzati da Windows sono disponibili come RAM drive.

Sotto Windows consiglio questi software:

Ricapitolando i vantaggi sono:

  • Velocità in lettura/scrittura e tempo di accesso molto superiori
  • Possibilità di utilizzare la RAM eccedente (>4 GB) nei sistemi 32 bit
  • Sicurezza per dati privati in quanto al reboot non resta traccia (se non precedentemente salvata su memoria fissa)
  • La vita utile del disco rigido si può allungare notevolmente in quanto dimuiscono i cicli di lettura/scrittura
  • Meno rumore da parte della meccanica dei dischi ridigi

Qualche video:

Annunci

Pubblicato il 20 febbraio 2013, in Hardware e tecnologie, Sicurezza, Sistemi operativi, Software, Tweaking con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Quindi con 8Gb totali, dedicherei 4GB alla ramdisk così :
    1) 1 + 1 GB per il temp del Firefox e Opera
    2) 2 GB per il pagefile
    Può andare ?
    Ma se allo spegnimento non salvo nulla, creo problemi ?
    Il pagefile se riparte da zero cosa causa ?

    Per ultimo:
    anzichè fare tutto questo, passare a Windows 7 64bit è meglio o va peggio come prestazioni ?
    Grazie

  1. Pingback: OS 32 bit oltre 4 GB di RAM grazie a PAE | Backlab's Weblog

  2. Pingback: Windows 2000 Turbo Edition :-) | Backlab's Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: